Accademia di Belle Arti "G. Carrara" - Bergamo
Dipartimento di progettazione e arti applicate
Scuola di nuove tecnologie dell'arte


Home
Iscrizione online
Registrazione presenze
Bibliografia
Filmografia
Links

Fotografia | S. Rossi, D. Tranchina, D. Manca
Progettazione multimediale | U. Cavenago
Linguaggi e tecniche dell'audiovisivo | E. Milesi
Sound design | S. Piccolo, Gak Sato
Metodologia prog. comunic. visiva | G. Norese
Sistemi interattivi | U. Cavenago
Informatica di base | A. Sanchez
UNI | G. Norese, U. Cavenago
Etica della comunicazione | Luca Scarabelli


Il programma 2009-10
WORK IN PROGRESS



05 02 2010
GastroEmotion

Pranzo workshop a cura di Daniele Cumini. La bussola in cucina



20 01 2010
Lecture Lounge 200110

Ecco la data definitiva per il primo incontro Lecture Lounge: mercoledì 20 gennaio 2010 dalle 10.30.



11 12 2009
Attività
Controlla il promemoria per i prossimi incontri

04 12 2009
Primi paesaggi domestici
Segnalazioni:
Francesca, Katia, Paolo
Intanto le sparizioni continuano


01 11 2009
Programma del venerdì 2009-10

Consulta il programma

Link video consigliati



NEWS

28 05 2010
Workshop di Antonio Caronia e Francesca Marianna Consonni

Nato a Genova nel 1944, Antonio Caronia ha studiato matematica, laureandosi con una tesi su Noam Chomsky. Docente di Comunicazione all’Accademia di Brera, è studioso di scienze, tecnologia, letteratura e comunicazioni. Svolge un'intensa attività di traduttore e divulgatore di testi e romanzi stranieri; è particolarmente interessato alle modalità d'impiego delle nuove tecnologie di informazione e di comunicazione nell'arte.


21 05 2010
Workshop di Luigi Presicce venerdì 21 maggio

Luigi Presicce: "Vorrei coinvolgere coppie di studenti e fargli indossare dei guanti bianchi. uno la mano destra, l'altro la sinistra. ogni coppia stringe tra le mani i due oggetto che ha scelto di portare per il workshop: naturalmente può essere di ogni forma e misura. i polsi degli studenti saranno legati da un nastro bianco e una corda legherà anche i due oggetti. tutti dovranno spiegare il perché hanno scelto quell'oggetto. interessante sarà vedere come le coppie di studenti uniranno le coppie di oggetti. tenendo insieme legati gli oggetti e le mani si potrà raggiungere il bosco e seppellire con una vanga gli oggetti accoppiati, in una sorta di rituale pagano.

poi si potrebbero un giorno dissotterrare e farci una mostra..."


26 03 2010
Un modello indesign per il nostro libro

È online il primo modello per progettare con InDesign le pagine del nostro libro, la guida alla "Macroregione Sentimentale". Le pagine sono individuali ma il modello è uguale per tutti gli studenti. Si trova qui


16 02 2010
Teoria e metodo dei mass media

Si specifica che il corso Teoria e metodo dei mass media (ABPC65-CFA5)  è declinato, come indicato da declaratoria ministeriale, nel campo disciplinare di "Etica della comunicazione".


15 02 2010
Sistemi interattivi

Il corso avrà inizio il 3 marzo 2010 e si svilupperà in due moduli. Il docente del primo modulo è Vito Tardìa sviluppatore web, consulente IT, docente di programmazione e musicista. Il programma è disponibile in segreteria


20 01 2010
Iscrizioni al corso di Etica della comunicazione

Il corso che avrà inizio mercoledì 3 marzo 2010 è obbligatorio per gli studenti del primo anno. Verificare la propria iscrizione e il piano di studi.


06 01 2010
Docenza di Etica della comunicazione

Luca Scarabelli sarà il docente di Etica della comunicazione per l'anno accademico 2009-10.
Titolo del corso: Fare una mostra non è uno spettacolo. Contenuti: Geografie della prossimità e della distanza (o degli oggetti smarriti). Consulta il programma Le iscrizioni al corso sono aperte!


09 12 2009
Workshop di Alessandra Spranzi
presentata da Sara Rossi

L’argomento di questo workshopche si terra il prossimo gennaio 2010, è un’indagine sulla fotografia. Ripartendo dalle solite domande, ripetute, con insistenza, come in un interrogatorio. Che cos’è la fotografia?Come leggerla? Cosa ci spinge a scegliere una fotografia piuttosto che un’altra? È possibile leggerla sola?Come funziona all’interno di una sequenza? Come intervengono, il fotomontaggio, il testo o il segno nella nostra lettura?


03 12 2009
Sistemi interattivi
Il corso di Sistemi interattivi che inizierà alla fine di febbraio 2010 verrà organizzato in 4 moduli. Gli studenti iscritti dovranno superare le 4 prove di idoneità per essere ammessi all'esame finale.
La frequenza è obbligatoria. Prima del 31 dicembre è necessario iscriversi on line su questo sito.

06 11 2009
Consiglio docenti Dipartimento di progettazione e arti applicate Scuola di nuove tecnologie dell'arte.
Convocato per venerdì 6 novembre alle 16.30.
06 11 2009
Il confine orografico
Pratiche di attraversamento senza idrocarburi. Alle 9.50 a Imbersago
BIBLIOGRAFIA
Gilles Clement
Manifesto del Terzo paesaggio
Quodlibet 
Manifesto del Terzo paesaggio è il primo libro tradotto in italiano di uno tra i più noti paesaggisti europei. Con l’espressione “Terzo paesaggio”, Gilles Clément indica tutti i “luoghi abbandonati dall’uomo”: i parchi e le riserve naturali, le grandi aree disabitate del pianeta, ma anche spazi più piccoli e diffusi, quasi invisibili: le aree industriali dismesse dove crescono rovi e sterpaglie; le erbacce al centro di un’aiuola spartitraffico… Sono spazi diversi per forma, dimensione e statuto, accomunati solo dall’assenza di ogni attività umana, ma che presi nel loro insieme sono fondamentali per la conservazione della ...
Arkhipov Vladimir
Design del popolo. 220 inventori della Russia post-sovietica
Isbn Edizioni 
Un cucchiaino per fare le bolle di sapone, forchette saldate per vedere la Tv. Sono home-made, ovvero fatti in casa. 220 oggetti, raccolti uno a uno dall'autore, che hanno perso la loro funzione originaria, modificati da un atto creativo che li ha resi unici. Il libro racconta di chi li ha prodotti, della fantasia che nasce dalla privazione, della Russia prima dell'avvento di Putin. Ogni oggetto è accompagnato da una breve intervista all'inventore. (Segnalato da Samuel Fortunato)
Munari Bruno
Da cosa nasce cosa. Appunti per una metodologia progettuale
Laterza Economica Laterza
Tra i grandi libri di Munari, questo è quello che forse maggiormente rende felici i lettori per la leggerezza incantata con cui li porta a scoprire che saper progettare non è dote esclusiva e innata di pochi. C'è in ognuno di noi una creatività che Munari in queste pagine aiuta a sviluppare e a mettere in luce. Bruno Munari (Milano, 1907-1998), pittore, designer e sperimentatore di nuove forme d'arte, ha segnato una svolta fondamentale nella storia del design in Italia e nel mondo.
Harford Tim
L'economista mascherato
Rizzoli 
L'insospettabile logica che fa muovere i soldi Perché il prezzo di un caffè è diverso da un bar all'altro? Perché non farete mai un affare comprando un'auto usata? E chi paga realmente gli sconti dei supermercati? Come ha fatto la Cina a diventare ricca? Questo e altri segreti svelati dall'economista mascherato. L'autore del bestseller Freakonomics lo ha battezzato come il "libro che dovrebbe essere letto da ogni politico, imprenditore o studente universitario".
Norman, Donald A.
Il computer invisibile
Apogeo 
La tecnologia migliore è quella che non si vede, perché è tanto semplice da usare da diventare "trasparente". Il computer, invece, è ancora intrusivo, frustrante, fin troppo visibile ed esigente: si tratta ancora di un oggetto progettato da tecnologi per tecnologi.
Heimann, Jim
Future perfect. Vintage futuristic graphics
Taschen, 2002 ICONS
Questo libro raccoglie le illustrazioni a tema fantascientifico degli anni cinquanta prese dalle campagne pubblicitarie e dalle riviste di quel particolare periodo, quando la conquista dello spazio era un tema attualissimo e affascinante.
AA.VV.
Oreste alla Biennale/Oreste at the Venice Biennale
Charta, 2000 
Oreste non è un gruppo che produce opere collettive, né una organizzazione no profit. Sono varie persone, per lo più artisti italiani, che hanno lavorato insieme con lo scopo di dare spazio alle idee, alle invenzioni e ai progetti. Durante la 48a Biennale di Venezia del 1999 Oreste ha dato vita a una serie di incontri, performance, discussioni, conferenze, pranzi e incontri informali. Sono stati organizzati circa un centinaio di eventi e più di 500 persone di tutto il mondo hanno attivamente partecipato al progetto. Il volume documenta gli eventi.
Norman, Donald A.
La caffettiera del masochista. Psicopatologia degli oggetti quotidiani
Giunti, 2005 
A chi non è mai capitato di spingere una porta invece di tirarla o di rinunciare a lavarsi le mani perché non riesce ad azionare il rubinetto? In questi casi la sensazione di incapacità personale è molto forte: eppure, sostiene Norman, la colpa non è dell'utente, bensì di chi ha progettato questi oggetti d'uso comune senza considerare le normali attività mentali la cui conoscenza è essenziale per la progettazione di un ambiente ben organizzato e rispondente alle esigenze della mente.
Negroponte, Nicholas
Essere digitali
Sperling Paperback, 2004 
I bit - il DNA dell'informazione - stanno rapidamente sostituendo gli atomi come strumento fondamentale della comunicazione tra gli uomini. La differenza tra lo schermo di un televisore e lo schermo un personal computer sta diventando una mera questione di dimensioni e quelli che un tempo erano i mass media stanno trasformandosi a poco a poco in mezzi di comunicazione personalizzati a due vie (anche se questa trasformazione sarà un po' lunga). L'informazione non sarà più "spacciata" a potenziali consumatori, ma saranno gli utenti...
Popper, R. Karl
Cattiva maestra televisione
Marsilio, 2002 
"Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto" Karl R. Popper. Un classico che ha avuto grande fortuna e ha suscitato un dibattito inesauribile e oggi più che mai attuale, in una nuova edizione arricchita da un saggio introduttivo di Giancarlo Bosetti e dai testi di John Condry, di Karol Wojtyla, di Raimondo Cubeddu e Jean Baudouin.
Rifkin, Jeremy
L'era dell'accesso
Mondadori, 2001 Oscar Bestsellers
In questo libro Rifkin analizza le strutture organizzative dell'economia delle reti e i meccanismi dell'informazione caratteristici dell'era che si apre, evidenziando i rischi e le opportunità che si prospettano per lo sviluppo della società e l'emancipazione dell'uomo nel ventunesimo secolo. Da un lato il potere dei "nuovi tiranni" del progresso, i più grandi e importanti provider internazionali, destinati a gestire l'eccesso a ogni attività e a controllare la vita di ciascuno di noi in una società dove si accresce il divario tra chi è "connesso" e...